il mercato assicurativo

Il mercato assicurativo in Italia

Nel 2006, in ottemperanza ad una direttiva europea, l’IVASS ha provveduto ad emanare il Nuovo codice delle assicurazioni, legiferazione di riferimento per operatori e consumatori in materia di assicurazioni.
Sono molte le novità introdotte ed in particolare si è provveduto a definire con precisione chi siano gli operatori del settore assicurativo, specificandone le relative funzioni ed istituendone un apposito registro.

Gli operatori del mercato assicurativo
Nel mercato assicurativo operano i seguenti soggetti abilitati alla vendita di polizze:

1. Agente di assicurazioni
L’agente assume la rappresentanza di una o più compagnie di assicurazioni e ne cura gli interessi e la diffusione territoriale in vece. Trae proventi dalle commissioni provvigionali che gli vengono riconosciute dalle compagnie di assicurazioni che rappresenta.

2. Mediatore di assicurazioni: il broker
Il broker è un intermediario che può dare consulenza preventiva al cliente e vendere prodotti assicurativi di qualsiasi compagnia di assicurazione, nonché gestire tutta la fase amministrativa del post vendita, compresa l’attività di assistenza in caso di sinistro.
Il broker assume la rappresentanza del cliente, da cui riceve un mandato gratuito od oneroso, e intermedia per suo conto sul mercato assicurativo le condizioni delle polizze da stipulare. Può trarre proventi dalle commissioni provvigionali che gli vengono riconosciute dalle compagnie di assicurazioni e da eventuali compensi pattuiti con i clienti.

3. Altre figure
Altri soggetti quali Poste italiane, banche, intermediari finanziari e SIM nonché produttori diretti di compagnie possono essere abilitati a vendere prodotti assicurativi

Gli obblighi per gli intermediari
Tutti gli operatori operanti nel mercato assicurativo devono rispettare precise direttive a tutela dei consumatori, in particolare:

  • obbligo di registrazione presso l’ISVAP, l’organo di vigilanza per le assicurazioni private
  • obbligo di consegna della documentazione precontrattuale, con riguardo ai modelli predisposti da ISVAP nominati 7A e 7B
  • obbligo di valutare l’adeguatezza dei contratti proposti tramite apposito questionario
  • obbligo di consegnare al cliente il contratto di polizza e ogni documentazione inerente le condizioni di polizza, con riguardo alla nota informativa che riepiloga le principali garanzie offerte e limitazioni previste dal prodotto proposto
  • obbligo di tenere un conto corrente separato dal patrimonio dell’intermediario su cui versare i pagamenti effettuati dai clienti
  • obbligo di contrarre una polizza a garanzia di danni causati ai clienti per errori professionali
  • obbligo di aggiornamento professionale per tutti gli operatori